Cerca nel sito

Eventi a Vigevano:

Dal 26-05-2024 al 15-09-2024
Appuntamenti Musicali a San Dionigi
Dal 15-06-2024 al 02-07-2024
Vincenzo Parea - UNIVERSI CROMATICI
Dal 15-06-2024 al 30-06-2024
CASACRILICO
Dal 29-06-2024 al 29-06-2024
UN POMERIGGIO SPIRITUALE CON GLI AUTORI
Dal 29-06-2024 al 28-07-2024
7° MOSTRA FOTOGRAFICA DEI VIGEVANO PHOTO FRIENDS

Vedi tutti

Grazie a

Videonews


24/05/2024 18:20
Una settimana da incubo sul fronte meteo in Oltrepò e a tratti anche nel resto della provincia, tra colture distrutte dalla grandine, strade chiuse per frane e smottamenti, cortili e cantine invase dall’acqua e dal fango dei fossi esondati, come accaduto nella località Ca del fosso di Montalto Pavese per bene due volte in 24 ore. La zona più colpita è stata quella al confine tra le province di Pavia e Piacenza, dalle pianure di Arena Po a salire lungo la dorsale passando per Volpara, Golferenzo e a salire verso l’alta val Tidone, con il Comune di Zavattarello in particolare finito al centro di una lunga sequela di nubifragi. In campo la Protezione civile e le forze dell’ordine con decine di interventi, nessuno, per fortuna, in soccorso di persone tranne quello eseguito per una donna rimasta intrappolata nell’auto a causa del maltempo, senza conseguenze. E mentre procede, tra un temporale e l’altro, la conta dei danni da parte delle organizzazioni agricole (si sono verificati soprattutto danni a cereali, foraggio e semine appena fatte), dall’alta val Versa arriva l’appello del consigliere regionale Claudio Mangiarotti al presidente Fontana perché siano attivate le procedure d’urgenza a seguito di queste calamità naturali. In particolare è stata richiesta l’attivazione di un tavolo tecnico per definire semine e trattamenti fitosanitari e per “richiedere l’analisi di misure specifiche per i danni subiti oltre ad altre che devono rispondere alle esigenze imprenditoriali e colturali compromesse”.

Al di là delle grandinate e degli eventi più importanti, che hanno colpito a macchia di leopardo, il mese di maggio che sta per chiudersi si sta rivelando uno dei più piovosi di sempre con precipitazioni cumulate che sfiorano i 250 millimetri (ovvero 250 litri per metro quadrato di territorio), più del triplo delle media storica di circa 80 mm del mese di maggio. Si va dai 247mm di Corteolona, ai 220 di Magherno, ai 210 circa caduti tra Spessa, Arena Po e Vidigulfo, i 196 di Santa Maria della Versa e i 168 della frazione Pietra Gavina di Varzi.